Il teologo musulmano sferza le pallavoliste turche: "Siete sultani della fede, non dello sport"

·1 minuto per la lettura

AGI - Il teologo musulmano Ihsan Senocak ha sferzato su Twitter le pallavoliste turche, protagoniste sì di un'ottima Olimpiade a Tokyo, ma che ha accusato di essere poco caste nei loro completi da volley: “Figlie dell'Islam!” ha twittato il religioso, “siete i sultani della fede, della castità, della moralità e della modestia… non dei campi sportivi”. Il riferimento di Senocak è al nome del team di volley turco femminile, atlete note come “le sultane della rete”. “Voi siete figlie di madri che si sono astenute dal mostrare il loro naso per pudore", ha proseguito. "Non siate vittime della cultura popolare. Siete la nostra speranza e la nostra preghiera”.

Parole che Senocak ha affidato a Twitter, dove è seguito da quasi un milione di persone. Il tweet, condiviso la sera del 25 luglio, è diventato immediatamente virale e ha ricevuto circa 50 mila ‘mi piace', 30.000 retwitt tra diretti e con citazione. Non sempre retwitt di condivisione, perché il religioso ha ricevuto sul social molte critiche, molto spesso dai suoi compatrioti turchi. Alcuni lo hanno accusato di aver demoralizzato la squadra turca, che ha perso con l'Italia 3-0 dopo aver portato a casa una storica vittoria con la Cina.      

Senocak, che è molto attivo e seguito sui social (un milione di follower anche su Facebook, 862 mila su Instagram) non è nuovo a questo genere di commento. Nel 2017 ha fatto parlare di sé per aver criticato i padri che permettono alle figlie di andare all'università in jeans e “con le sopracciglia curate”, ricordando loro che tale concessione aprirà loro le porte dell'inferno. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli