Il terribile racconto di una modella, drogata e picchiata dall'ex

Violenza
Violenza

Una modella di 22 anni ha raccontato le violenze subite da parte del suo ex, un pr, che l’ha drogata e picchiata. La giovane ha vissuto un vero e proprio incubo.

Milano, modella picchiata dal pr: “Diceva che ammazzandomi la sua esistenza avrebbe avuto senso”

Una modella di 22 anni, in un’intervista al Corriere della Sera, ha raccontato l’incubo che ha vissuto. Tramite il suo avvocato Alexandro Maria Tirelli ha depositato una denuncia nei confronti di un uomo di 42 anni, pr di Milano, che l’avrebbe drogata, picchiata e costretta a prostituirsi. “In pochi secondi mi offendeva, prendeva un coltello e lo avvicinava al mio viso, mi picchiava, urlava. E delle tante frasi, ce n’era una: unicamente ammazzandomi, la sua esistenza avrebbe acquistato un senso” ha raccontato la giovane.

La ragazza, arrivata a Milano a marzo 2021, si è trasferita in una capitale europea e ha raccontato di non aver denunciato prima perché aveva paura. Il pr, suo ex fidanzato, l’avrebbe minacciata dicendole che se avesse parlato l’avrebbe uccisa e avrebbe distrutto la sua famiglia. “E nel caso in cui fossi sparita, giurava che avrebbe mandato qualcuno a cercarmi” ha aggiunto la modella.

Le violenze subite dalla modella

L’incubo vissuto dalla 22enne l’ha portata a vivere costantemente in ansia e ad avere gravi difficoltà a dormire. “Ansia e terrore. Ho vissuto un tempo infinito senza rendermi conto di che cosa stesse avvenendo. Mi ha somministrato benzedrina. Mi parlava di intere notti di rapporti sessuali dei quali io non ricordavo nulla” ha raccontato la giovane. Le violenze subite non sono state solo fisiche, ma anche psicologiche. “Lui, abile, abilissimo nella manipolazione psicologica, me lo faceva credere… Ero totalmente succube, ero completamente alienata dalla realtà” ha spiegato la modella.

L’uomo l’avrebbe anche filmata durante i rapporti intimi e l’avrebbe minacciata di inviare video alla famiglia o nel mondo lavorativo. Il 42enne l’avrebbe poi spinta nel mondo della droga e dei festini e l’avrebbe costretta a prostituirsi. “Ci sono state le volte in cui, sì, sono stata pagata per fare sesso. Soldi che ho dato a lui fino all’ultimo centesimo: 15mila euro. Sono soldi dannati, e quella persona che li ha ricevuti non ero io, bensì una mia trasfigurazione” ha dichiarato, spiegando di essere pronta a fare i nomi degli uomini coinvolti. Nonostante si sia trasferita e abbia cambiato numero, la modella è stata nuovamente raggiunta dal suo ex, con messaggi di scuse e minacce. “In pochi secondi mi offendeva, prendeva un coltello e lo avvicinava al mio viso, mi picchiava, urlava. E delle tante frasi, ce n’era una: unicamente ammazzandomi, la sua esistenza avrebbe acquistato un senso” ha raccontato.