Il thriller di Steve McQueen

·3 minuto per la lettura
Widows – Eredità criminale: cast e trailer del film su Disney+
Widows – Eredità criminale: cast e trailer del film su Disney+

Widows è su Disney+!

Il thriller scritto e diretto dal portentoso autore britannico Steve McQueen (Shame) è disponibile in streaming.

Il film è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival 2018.

Gillian Flynn (L’amore bugiardo), apprezzata autrice statunitense, ha collaborato alla stesura della sceneggiatura.

Il cast di Widows

Fanno parte del cast di questo film attori famosi e di assoluto valore.

A cominciare da Viola Davis (Il dubbio), alias Veronica Rawlins, la vedova del rapinatore Harry, interpretato da Liam Neeson (Schindler’s list)

Michelle Rodriguez (Nemesi) ed Elizabeth Debicki (Tenet) sono Linda Perelli e Alice Gunner, le altre due vedove della banda.

Colin Farrell (Sogni e delitti) da vita al candidato del distretto Jack Mulligan, figlio dell’oppressivo padre Tony, interpretato da Robert Duvall (Il Padrino)

Brian Tyree Henry (Joker) è il boss senza scrupoli Jamal Manning.

La trama del film

Veronica Rawlins è sposata con Harry, un criminale dedito alle rapine, che durante un colpo finito male perde la vita insieme a tutta la sua banda.

I soldi vanno in fumo e Jamal Manning, boss mafioso, chiede a Veronica un risarcimento.

La donna scopre in una cassetta di sicurezza del marito il suo quaderno degli appunti su un prossimo colpo.

Cerca di convincere le altre vedove della banda, Linda Perelli e Alice Gunner, a essere sue complici.

La recensione di Widows

Qualche anno dopo il grande successo mondiale riscosso con 12 anni schiavo, il regista Steve McQueen cambia di nuovo genere cercando di restare comunque fedele a se stesso.

Alle ragioni commerciali di una grossa produzione hollywoodiana McQueen antepone le sue esigenze di artista, di visionario poeta del tempo e dello spazio.

Il risultato è un ibrido, un insieme dei due aspetti che in qualche modo riesce a stare insieme e a rendere la visione dell’intero prodotto interessante.

Se non altro, Widows non è il solito film di rapina, le scelte drammaturgiche e la regia, gli conferiscono un sapore diverso, nel bene e nel male.

Certamente… un film di McQueen, totalmente di McQueen, come lo erano Hunger e Shame, è molto probabile che dia ben altro spessore all’emozioni e all’intelletto dello spettatore.

Ciò non toglie che Widows goda di ottimi momenti, di grande cinema da consegnare ai posteri.

Vado con la mente all’inquadratura che apre il film: un piano a due (inquadratura stretta di due volti) con un uomo bianco (Liam Neeson)e una donna nera (Viola Davis) che si baciano ardentemente.

Un uomo bianco e una donna nera che non dovrebbero centrare nulla secondo i razzisti e i clichè. Perfetto, McQueen manda subito al diavolo i deficienti e gli stereotipi e lo fa con una sola immagine.

Come non pensare poi al delizioso piano sequenza girato fuori dall’auto scura, dove sentiamo la voce di Jack Mulligan senza vederlo?

Una scelta drastica che va a rappresentare l’inconscio del personaggio, il suo stato emotivo, il contesto in cui è cresciuto, la natura della classe politica.

Una scelta da vero autore.