Il tifone Kammuri colpisce le Filippine, chiuso aeroporto Manila

Manila, 3 dic. (askanews) - Con venti oltre i 200 chilometri orari e forti piogge, il potente tifone Kammuri ha colpito le Filippine, in particolare la zona meridionale dell'isola di Luzon, la più grande del Paese, con i suoi 49 milioni di abitanti.

Centinaia di migliaia di persone sono state evacuate dalle aree costiere e montagnose per paura di alluvioni e frane. Nella città di Legazpi, più a Sud, si contano i danni.

La potente tempesta, che ha infranto finestre e sollevato tetti, si è poi diretta verso la capitale Manila, dove vivono 13 milioni di persone e dove alcuni eventi dei Giochi del Sudest asiatico sono stati cancellati. L'aeroporto di Manila è stato chiuso per motivi di sicurezza, con voli sospesi per almeno 12 ore:

"Ero a Cebu - racconta una passeggera - ho preso il volo delle 5.50 del mattino, siamo atterrati verso le 7 ed è stato il viaggio con più turbolenze che abbia mai fatto nella mia vita. Ora so cosa sia il mal d'aereo".

Kammuri si è ora indebolito, ma i suoi venti rimangono forti, con punte fino a 150 chilometri orari.