Il titolare della Difesa spiega che è in arrivo una delibera che andrà al vaglio del Parlamento

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini
Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini

Ha scelto la Festa della Repubblica il ministro Lorenzo Guerini per annunciare che “presto avremo contingenti anche in Ungheria e Bulgaria”. Il titolare della Difesa spiega che è in arrivo una delibera che andrà al vaglio del Parlamento. Ha detto Guerini al Tg1: “Con la prossima delibera missioni saremo presenti, se il Parlamento sarà d’accordo, anche in Ungheria e Bulgaria con i nostri contingenti”. E ancora: “In Bulgaria avremo la guida di questa missione, sono missioni della Nato, questo per rafforzare la deterrenza sul fianco est. La deterrenza serve per prevenire i conflitti e per rafforzare le condizioni di sicurezza”.

L’annuncio di Guerini: “Contingenti anche in Ungheria e Bulgaria”

Poi Guerini ha precisato: “Insieme a questo c’è il lavoro che tutte le nostre Forze Armate stanno facendo in altri quadranti del mondo, con particolare attenzione al Mediterraneo in cui siamo impegnati per la stabilità, per la sicurezza e per la pace“.

Le armi “supporto alla resistenza ucraina”

E sul tema caldo dell’invio di armi in Ucraina? “l’Italia sta agendo con tutta la comunità internazionale per rispondere all’aggressione all’Ucraina. Lo sta facendo sostenendo le sanzioni, lo sta facendo rinnovando tutti gli sforzi diplomatici per arrivare alla pace, lo fa anche attraverso il supporto alla resistenza ucraina, delle Forze Armate ucraine con materiale che serve all’Ucraina per difendersi dall’aggressione”. Poi la chiosa: “Questa è la scelta che ha fatto il Parlamento e il Governo si sta muovendo nel solco di queste direzioni”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli