Il tribunale dei ministri archivia l'indagine su Salvini per il caso della nave Alan Kurdi

HuffPost
Matteo Salvini - la nave Alan Kurdi, dell'ong Sea Eye

Il tribunale dei ministri ha archiviato la posizione di Salvini sul caso della ‘Alan Kurdi’. Accogliendo una richiesta della procura di Roma, il giudice competente ha chiuso con l’archiviazione il procedimento aperto per abuso d’ufficio e rifiuto d’atti d’ufficio nei confronti dell’ex ministro dell’Interno.

La vicenda è quella della nave ‘Alan Kurdi’ della ong tedesca Sea Eye che il 3 aprile 2019 prestò soccorso a 64 migranti a bordo di un gommone al largo della Libia. Dopo il “no” di Salvini allo sbarco, la nave, con a bordo donne e bambini, raggiunse il 13 aprile Malta e i migranti furono distribuiti tra Germania, Francia, Lussemburgo e Portogallo. In archivio è finita anche la posizione del prefetto Matteo Piantedosi, capo di gabinetto del Viminale.

“Una buona notizia ogni tanto”, è stato il commento del leader della Lega.

Continua a leggere su HuffPost