Il tuffo durante una festa di compleanno

·2 minuto per la lettura
rieti ragazzino piscina
rieti ragazzino piscina

Si tuffa in piscina durante una festa di compleanno ma non si accorge che il fondale è troppo basso e sbatte violentemente: adesso è in gravissime condizioni il ragazzino che da sabato 1 agosto tiene in ansia tutta la comunità di Rieti. Come riportato dalle cronache locali, infatti, la tragedia si è consumata in un noto ristorante di Magliano Sabina dove erano in corso i festeggiamenti per il diciottesimo compleanno di un giovane del posto. Una normale festa di compleanno: mentre i ragazzi stavano festeggiando, uno di loro, minorenne, si è tuffato in acqua. Purtroppo il fondale della piscina non era profondo e l’impatto è stato violentissimo. Tuffandosi, il ragazzo si è schiantato sul fondo, riportando lesioni molto gravi. Le persone presenti sul posto hanno intuito che si trattasse di una situazione gravissima e hanno chiamato i soccorsi. Immediato l’arrivo degli operatori dell’Ares 118.

Rieti, incidente in piscina per un ragazzino

I sanitari hanno soccorso il ragazzo e hanno prestato le prime cure. Quando i parametri del giovane, rimasto vittima del grave incidente in provincia di Rieti, si sono stabilizzati hanno disposto l’immediato trasferimento, vista la gravità delle lesioni riportate alla schiena, al policlinico romano Gemelli. Qui il minorenne è attualmente ricoverato e le sue condizioni di salute sono molto serie. I medici non hanno sciolto ancora la prognosi.

Sul caso stanno indagando i carabinieri della locale stazione. I militari sono intervenuti nel noto ristorante subito dopo l’incidente e hanno iniziato a raccogliere informazioni utili a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Gli inquirenti hanno già ascoltato i partecipanti alla festa che hanno assistito all’accaduto, nella speranza che possano fornire elementi utili a chiarire la vicenda. Sono stati ascoltati anche i titolari del locale. Inoltre, si sta cercando di capire se la piscina fosse in regola con le autorizzazioni, se era custodita al momento dell’incidente o sarebbe dovuta esserlo e se era necessario che alcune informazioni (ad esempio la profondità dell’acqua) fossero facilmente accessibili.