Il V-Day in Baviera è stato rinviato, i frigo non raffreddano

·2 minuto per la lettura

AGI - V-day rinviato in sei località bavaresi a causa di problemi nella ‘catena del freddo' necessaria alla conservazione del vaccino Pfizer-BioNTech. “Durante la lettura dei registratori di temperatura che erano racchiusi nelle celle frigorifere, sono sorti dubbi sulla conformità ai requisiti della catena del freddo”, affermano in una nota congiunta le autorità locali di Lichtenfels, Coburg, Kronach, Hof, Wunsiedel e Kulmbach (Alta Franconia)

Non sarebbero colpite, invece, le località vicine di Bamberg, Bayreuth e Forchheim. Non ancora chiaro quando si potrà procedere alle vaccinazioni nelle altre sei località succitate. Una portavoce di BioNTech (che ha sviluppato il farmaco anti-Covid insieme al gigante americano Pfizer) ha ribadito che il vaccino rimane sicuro nonostante i problemi segnalati: “Abbiamo già comunicato ai distretti di Dillingeng e di Augusta che la variazione della temperatura che è stata misurata non ha alcun effetto sulla qualità del vaccino”

In tutto sono 1000 le dosi che sono state trasferite nei sei comuni dell'Alta Franconia, che si trova nel nord della Baviera. Il problema è stato nel circondario di Lichtenfels, dove i vaccini sono giunti in un contenitore frigorifero che a tratti segnava una temperatura superiore a quella indicata come necessaria alla conservazione del vaccino, giunto poi via Bamberg alle altre località di Coburg, Kronach, Kulmbach, Bayreuth, Hof e Wunsiedel.

Le autorità locali non hanno mancato di manifestare le proprie perplessità: “Se ci fosse anche solo il minimo indizio per il quale il vaccino non corrisponda al cento per cento ai necessari criteri di qualità noi non procederemo alla vaccinazione”, ha affermato il presidente dell'associazione dei comuni dell'Alta Franconia, Christian Meissner

Il vaccino Pfizer-BioNTech deve essere conservato a temperature ultra-basse di circa -70 gradi rima di essere spedito ai centri di distribuzione in contenitori refrigerati appositamente progettate e riempite di ghiaccio secco.

Una volta terminata la conservazione a temperatura ultra-bassa, il vaccino deve essere conservato a 8 gradi celsius: ebbene, il personale medico di Lichtenfels ha scoperto che la temperatura in una scatola refrigerata per il trasporto del vaccino era salita a 15 gradi.  Proprio per evitare potenziali problemi durante il trasferimento del farmaco, i contenitori refrigeranti progettati da Pfizer sono dotato di localizzatori Gps, in modo che sia possibile intervenire in tempo reale