Il Vaticano spiega il differimento della nomina del capo dell'Aif

Ska

Città del Vaticano, 18 nov. (askanews) - "In merito all'annunciata designazione del nuovo Presidente dell'AIF, posso precisare che il differimento della effettiva nomina si rende necessario per il rispetto dei precedenti impegni istituzionali dell'interessato e per la definizione di alcune procedure interne alla Santa Sede". Lo precisa in risposta alle domande dei giornalisti il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.

Il Vaticano ha reso noto che si è concluso il mandato dell'attuale presidente René Bruehlart, e che il successore, già individuato, sarà annunciato a conclusione del viaggio del Papa il Thailandia e Giappone, il 26 novembre.