Il video del topo ha fatto il giro del web

·2 minuto per la lettura
Topo
Topo

In un alimentari di Roma è stato filmato un topo posizionato proprio sul cibo. Il supermercato avrebbe pagato il silenzio dei clienti. La struttura è stata sequestrata insieme a tutti gli alimenti all’interno del negozio.

Topo sul cibo a Roma: clienti pagati dai titolari per il silenzio

Sul web sta circolando un video in cui si vede un topo sul cibo all’interno della gastronomia di un supermercato. Il filmato è stato pubblicato dalla famosa pagina Instagram Welcome to Favelas. Il topo passeggia tranquillamente sul cibo nel bancone di un alimentari di Roma. Come riportato dal quotidiano La Repubblica, i titolari della gastronomia situata all’interno di un piccolo supermercato, avrebbero comprato il silenzio dei clienti che hanno registrato la scena. Le immagini risalgono, infatti, a circa due mesi fa. I proprietari avrebbero pagato per evitare che il video finisse online, ma dopo alcune settimane i custodi di queste immagini hanno deciso di renderle pubbliche.

Topo sul cibo a Roma: le immagini sul web

Nonostante i titolari abbiano comprato il silenzio dei clienti, le immagini del topo sul cibo sono finite sul web e sono diventate di dominio pubblico. Nella scena si vede un topo che passeggia in modo tranquillo sui piatti pronti che sono stati esposti sul bancone. I gestori, come si nota nel video, servono i clienti senza fare nulla per mandare via il topo. “E ora che si fa? Andiamo via… Ma com’è possibile?” ha esclamato chi ha girato il video. “E vabbè, questo è entrato con la pioggia” si sente dire ad un signore. “Dopo quel fatto ho chiuso e igienizzato, disinfettato e disinfestato. Non voglio giustificarmi, ma una cosa così in settant’anni che siamo lì non era mai successa: qui comunque siamo invasi dai topi” ha dichiarato il proprietario dell’alimentari a La Repubblica.

Topo sul cibo a Roma: il sequestro dei carabinieri del Nas

Secondo quanto è stato riportato, i carabinieri del Nas di Roma, nella mattinata di oggi 27 maggio, hanno individuato il supermercato che si vede nel video e hanno sequestrato sia gli alimenti contenuti all’interno del negozio sia l’intera struttura. Le indagini continueranno nelle prossime ore, anche se il video risale a circa due mesi fa. Il ritardo è dovuto al silenzio comprato dai titolari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli