Il virologo Galli contagiato da Omicron nonostante tre dosi di vaccino: "Sono stato malissimo"

·2 minuto per la lettura
Il virologo Massimo Galli (photo by Marco Piraccini/Archivio Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Il virologo Massimo Galli (photo by Marco Piraccini/Archivio Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)

"Stamattina sto discretamente meglio, ma sono stato una schifezza". Con queste parole il virologo Massimo Galli ha reso noto di avere il Covid. "Verosimilmente il 31 dicembre, o qualche giorno prima, qualcuno mi ha passato la variante Omicron, nonostante sia in pensione e nonostante abbia condotto in quest'ultimo periodo una vita ritiratissima, vedendo pochissime persone", ha raccontato. 

LEGGI ANCHE: Covid Italia, Galli: "Variante Omicron chiuderà la scuola"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Covid 19, Italia: obbligo di vaccino per gli over 50

Galli ha spiegato che "nel periodo tra Natale e Capodanno gli unici pazienti di cui mi sono occupato li ho sentiti per telefono e per mail, non li ho visti. Ho visto pochissime persone e, a livello conviviale, senza mascherina, le posso contare: una dozzina in tutto e mai tutte assieme. Questa la dice lunga su quanto sia capace questa variante. La mia è certamente Omicron, sequenziata in laboratorio". Quindi, ha spiegato di essere vaccinato con tre dosi: "Sono pieno di anticorpi, li ho valutati diverse volte, sono inserito negli studi che facciamo e voglio sapere se le persone hanno risposto o no al vaccino. Io tecnicamente avevo discretamente risposto al vaccino, in tutte e tre le vaccinazioni. Ma Omicron è un virus diverso, ha 32 mutazioni e quindi gli anticorpi che vengono dal vaccino ce la fanno fino a un certo punto". "Sottolineo", ha aggiunto Galli, "che tra l'altro mi sono ritrovato con una carica virale alta. E una sola persona ha condiviso con me pochi minuti senza mascherina, prima che sapessi dell'infezione, e quella persona si è infettata. Io non so chi mi ha contagiato, Omicron viaggia anche con gli asintomatici".

LEGGI ANCHE: L’infettivologo non crede minimamente all’immunità di gregge che ha già illuso Brasile, Uk ed India

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Covid, come si ri-ottiene il green pass dopo la guarigione?

Quanto ai sintomi, Galli ha spiegato: "E' cominciato tutto una notte, saltando nel letto con brividi potenti, poi pizzicore al naso, ho perso un po' di gusto e olfatto, voce roca. Sono qui per rassicurare gli altri, ma quando dicono che è una brutta influenza, posso allora dire che è stata la più brutta della mia vita. Io ho 70 anni e un po' di acciacchi: sono rientrato in servizio il 10 gennaio del 2020 dopo un'embolia polmonare che mi ha quasi ucciso. Quando è scoppiato il Covid in Cina sono stato lì in servizio, anche se le mie capacità fisiche non erano al 100%". Ed ha concluso: "Le mie quattro raccomandazioni? Vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinare i bambini e avere il massimo delle cautele".

LEGGI ANCHE: Variante Omicron Italia, Galli: "Possibili 200mila contagi al giorno"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Covid: cosa si può fare in zona gialla, arancione o rossa? Molte differenze tra chi ha il green pass e chi no

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli