Il virologo milanese non indora la pillola e spiega perché i decessi per lui non caleranno per ora

Fabrizio Pregliasco
Fabrizio Pregliasco

In ordine a questa desueta ondata estiva di Covid arriva il parere di Fabrizio Pregliasco rilasciato ad AdnKronos Salute: “Dobbiamo aspettarci ancora un incremento dei morti”. In buona sostanza il virologo milanese non indora la pillola e spiega perché i decessi per lui aumenteranno. Pregliasco esordisce spiegando che “siamo probabilmente arrivati nella fase di picco“.

“Dobbiamo aspettarci un incremento dei morti”

Un picco che che trova purtroppo “sponda” nella attuale questa ondata estiva di Covid-19, sostenuta dalla sottovariante Omicron 5. Ha detto poi Pregliasco: “Nell’ultima settimana abbiamo registrato un -7,5% dei casi”. A questo punto il docente all’Università Statale di Milano ha affrontato il delicato tema dei decessi e del loro andamento: “Ormai lo abbiamo imparato: purtroppo i parametri relativi agli aspetti più pesanti della malattia sono l’eredità delle settimane precedenti“.

Prima del calo “ancora 2 o 3 settimane”

E ancora: “Sono gli ultimi a scendere e quindi ci si dovrà aspettare ancora un incremento dei morti. Prima di assistere a un calo vero, dovranno passare 2 o 3 settimane“. L’analisi di Pregliasco ha avuto come sponda numerica il dato dei 176 decessi riportati nel bollettino Covid di ieri, 19 giugno, record dell’ondata in corso e secondo AdnKronos Salute “dato più alto dal marzo scorso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli