Il virologo spiega la parabola discendente del luminare che sui vaccini ha teorie irricevibili

·1 minuto per la lettura
Fabrizio Pregliasco e Luc Montagnier
Fabrizio Pregliasco e Luc Montagnier

In un suo deciso intervento su La7 il virologo Fabrizio Pregliasco ha attaccato Luc Montagnier: “Da Nobel è passato ad essere testimonial No Vax da bar”. Il virologo milanese ha spiegato non senza amarezza la parabola discendente del luminare che sui vaccini ha teorie irricevibili e che da tempo ormai è un border line rispetto a quella stessa comunità scientifica che in altre ed ormai remote circostanze ne certificò le geniali intuizioni.

Perché Fabrizio Pregliasco ha attaccato Luc Montagnier: “Allontanato dalla comunità scientifica”

Ha spiegato Pregliasco: “Montagnier ha avuto il Premio Nobel ma poi è stato allontanato di fatto dalla comunità scientifica per tutta una serie di sciocchezze che ha detto su vari argomenti”. Quali? Quelle per cui Montagnier aveva iniziato già con l’Hiv ad elaborare teorie discutibili sulle teraapie.

Il rammarico per quello che era stato e il sarcasmo per quello che è diventato: Fabrizio Pregliasco attacca Montagnier

Ha spiegato poi Pregliasco a metà fra rammarico per quello che Montagnier è stato e sarcasmo per quello che è diventato: “È diventato testimonial dei no-vax”. Poi il riferimento storico: “Lui, come altri premi Nobel è andato fuori di testa e fa affermazioni da bar”.

Montagnier accolto in trionfo dai No Vax a Milano, ma Fabrizio Pregliasco lo attacca duramente

Solo pochi giorni fa, a Milano, Montagnier era intervenuto ad una manifestazione organizzata da Gianluigi Paragone ed aveva proclamato: “La salvezza dell’umanità e la fine di questa emergenza sarà nelle mani dei non vaccinati. Saranno i non vaccinati a salvare l’umanità”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli