Ilaria Capua: "Ci aspettano mesi difficili, progettiamo la nostra rinascita"

·1 minuto per la lettura
Capua lockdown volontario
Capua lockdown volontario

La virologa Ilaria Capua, direttrice dell’UF One Health Center, ha invocato un lockdown volontario per limitarae la circolazione del coronavirus: lei stessa, ha spiegato, non è più uscita di casa se non per necessità da quando è rientrata in Italia dagli Stati Uniti.

Capua invoca lockdown volontario

Intervenuta nel corso della trasmissione DiMartedì in onda su La7, l’esperta ha sottolineato che “i numeri parlano chiaro, adesso grandina e bisogna stare protetti“. La situazione epidemiologia in Italia, ha continuato, è arrivata ad un punto in cui i cittadini non possono più permettersi distrazioni. Paragonando l’evoluzione dell’epidemia ad una glaciazione, ha affermato che i contagi sono arrivati ad una crescita esponenziale e i ricoveri seguono la tendenza. Di qui l’appello: “Ora bisogna evitare ogni scivolone: fa freddo, fuori ci sono -100 gradi e se esci scoperto, muori“.

Quando si parla di una malattia respiratoria, ha continuato, è normale che ci sia un’ondata invernale e dunque l’arrivo di un nuovo boom di contagi era prevedibile. Già alla fine della prima ondata lei stessa aveva dichiarato che “siamo noi la seconda ondata” sperando di far capire che si avrebbe corso il rischio di trovarci al punto dove effettivamente siamo arrivati.

Di fronte ai mesi complicati che attendono il nostro paese, l’invito è quello di guardare avanti e essere pronti per il futuro: “Ci aspetta un periodo molto difficile, dobbiamo usare gli occhiali da buio. Abbiamo davanti mesi difficili nei quali dobbiamo progettare la nostra rinascita“.