Ilaria Capua: "Mascherine e distanziamento per ancora due mesi"

·1 minuto per la lettura
Ilaria Capua: "Mascherine e distanziamento per ancora due mesi"
Ilaria Capua: "Mascherine e distanziamento per ancora due mesi"

Mascherine e distanziamento, Ilaria Capua, ormai nota virologa italiana, sostiene che sarà necessario seguire le principali norme anti Coronavirus per almeno altri due mesi. La professoressa ne ha parlato durante un’intervista per La Stampa: “Sono appena un paio di giorni che contiamo le vittime non più a tre cifre ma a due. Dobbiamo continuare con le misure attuali e per almeno due mesi e poi ne riparleremo”.

Mascherine e distanziamento, Capua: “Continuiamo così”

Per poter dire finalmente addio a mascherine e distanziamento, dovremo quindi attendere maggiori sicurezze dal fronte vaccinati ma due mesi è una stima generica. “Quando a furia di incontrare persone immunizzate il virus passerà a una fase endemica come lo sono il morbillo o l’influenza si può togliere l’obbligo di mascherina ma anche lì servirà continuare usare il buonsenso il caso di assembramenti”, ha dichiarato Ilaria Capua.

Ilaria Capua: “Mascherine e distanziamento fino a immunità”

Secondo la virologa le tanto temute varianti del Coronavirus sarebbero un falso problema, in quanto tutti i vaccini sviluppati finora si sono, per il momento, rivelati molto efficaci nel combatterle. “I vaccini che abbiamo a disposizione risultano mantenere la loro capacità protettiva riducendo la trasmissione del virus e azzerando le forme gravi di malattia per tutti i casi di variante fin qui note”, ha dichiarato in merito.

Mascherine, distanziamento e varianti: l’opinione di Ilaria Capua

Il Coronavirus è diventato più contagioso adattandosi nel tempo, a riprova di questo c’è il predominio della variante inglese in Europa che, in alcuni casi clinici, sembra aumenti anche il rischio di ricovero così come la variante indiana, della quale si conosce purtroppo ancora poco. “La priorità è impedire che le persone continuino ad ammalarsi mettendo a rischio la tenuta degli ospedali e questo avviene solo con la vaccinazione”, ha proseguito Ilaria Capua durante l’intervista, “L’importante è che si faccia la seconda dose perché la protezione potrebbe non essere sufficiente”.

Secondo quanto ha affermato la virologa c’è un problema di fondo in Italia, sul fronte vaccini: Non siamo attrezzati per immunizzare oltre 7 miliardi di persone, bisogna mettere a punto dei vaccini che non hanno bisogno del freddo per farli arrivare anche dove non c’è elettricità. Bisogna investire risorse nella ricerca di vacciniche si conservano a temperatura ambiente”.