Ilaria Capua: "Seconda ondata non è meteorite, dipende da noi"

webinfo@adnkronos.com

"La seconda ondata" di coronavirus "non è un meteorite che arriva da fuori, dipende da noi". La virologa Ilaria Capua si esprime così in un video diffuso dal profilo Twitter dell'UF One Health Center, centro di ricerca interdisciplinare della University of Florida. 

"L'Italia ha capito, gli italiani hanno capito che il virus non ha le ali e si trasmette attraverso le persone. Modificando i comportamenti, la corsa del virus si riesce a rallentare. Questo permette innanzitutto al nostro servizio sanitario nazionale di riprendersi, permette al sistema di riorganizzarsi", dice la scienziata. 

Ora dobbiamo continuare a comportarci con intelligenza, perché la seconda ondata di cui tanto si parla non è come un meteorite che arriva da fuori: è interamente guidata dai nostri comportamenti. Vedo una situazione in cui il numero dei decessi e dei ricoveri diminuisce, la situazione è sotto controllo. E' chiaro che se alcune persone faranno cose che non si devono fare, potrebbe esserci un focolaio: un cluster, due cluster, cento cluster sono la seconda ondata", ribadisce.