Ilaria Cucchi contro 'Un giorno in Pretura'

webinfo@adnkronos.com

Ilaria Cucchi contro 'Un giorno in Pretura'. A scatenare la reazione della sorella del geometra ucciso nel 2009 - e per la cui morte sono stati condannati in primo grado a 12 anni due carabinieri -, la seconda puntata del programma di Rai Tre dedicata al caso. Nel mirino di Ilaria Cucchi, quelle che giudica "omissioni" nella ricostruzione del processo. 

"Anche stasera - scrive infatti su Facebook - 'Un giorno in Pretura' non si è smentito. Ha completamente tralasciato due intere udienze sul tema medico legale, che hanno risolto il nostro processo, per dar spazio allo show dell'avv. Naso. L'avv. Anselmo ovviamente è stato totalmente oscurato così come i nostri medici legali ma soprattutto quelli del Giudice quando affermano che Stefano senza le botte non sarebbe morto. Ma non avevamo dubbi. Posso solo dire - continua il post - che mi dispiace per il Dott. Musarò e per il Dott. Pignatone ma d'altra parte tutti ricordiamo bene i selfie fatti in aula mentre si svolgeva il processo. Mi ha chiamata mia madre disgustata. Pubblicherò sulla mia pagina - promette - tutto ciò che 'Un giorno in Pretura' ha omesso". Poi la chiusura dal tono sarcastico: "Grazie - scrive - per il servizio pubblico offerto". 

Il post è accompagnato da una foto scattata in Aula che ritrae la conduttrice Roberta Petrelluzzi accanto a Maria Lampitella, avvocato di uno degli imputati. Proprio contro lo scatto, nel maggio scorso, Ilaria Cucchi aveva pubblicato un post per segnalare "la signora Petrelluzzi che, con sorrisi e grande cordialità, spalle ai banchi della Corte, si fa fare numerosi selfie, guancia a guancia, con gli avvocati degli imputati".