Illimity punta a sviluppare business per oltre 11 mld, sigla alleanza con ION

·2 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) -Illimity punta a raddoppiare gli utili nei prossimi due anni e annuncia un'alleanza strategica con il gruppo fintech ION che entrerà nel capitale con una quota del 9,99%.

Nel nuovo piano strategico al 2025 la banca innovativa fondata da Corrado Passera fa leva sul promettente mercato del credito alle Pmi italiane e sull'attesa crescita di quello deteriorato dopo la crisi pandemica.

"Nei prossimi anni vogliamo sviluppare business in vari settori per almeno 11 miliardi", ha detto l'AD Corrado Passera durante la presentazione alla stampa.

In particolare Illimity guarda con attenzione il mercato degli Utp di cui l'istituto si attende transazioni per 35-40 miliardi fino al 2025.

DIVIDENDI CUMULATI PER 180 MLN

Quanto ai target Illimity si aspetta per quest'anno un utile tra i 60 e i 70 milioni, che dovrebbe raddoppiare a circa 140 milioni nel 2023 per poi raggiungere gli oltre 240 milioni nel 2025.

I ricavi sono visti in crescita di oltre il 30% medio annuo per arrivare a fine piano a circa 660 milioni, grazie anche al contributo delle nuove iniziative presentate oggi, come B-ILTY, la banca diretta per le piccole imprese.

Illimity conta di distribuire dividendi cumulati per circa 180 milioni nell'arco del piano con un pay-out ratio compreso tra il 20% e il 30%. Il primo dividendo sarà pagato sull'utile netto 2022 con un payout del 20%.

Secondo Equita Sim si tratta di un piano "ambizioso ma basato su driver tangibili... con un profilo di rischio inferiore rispetto al piano precedente".

Nonostante i target siano sopra le attese, il titolo ha sofferto in borsa oggi scontando, secondo i trader, prese di profitto dopo i recenti rialzi. In chiusura cede il 3,5%.

ION NON OLTRE 10% CAPITALE

L'alleanza con ION prevede, tra l'altro, un accordo di licenza d'uso sui sistemi informativi sviluppati da Illimity che genererà per la banca 90 milioni di euro di ricavi cumulati nel periodo 2021-25.

L'ingresso nell'azionariato di ION avverrà con un aumento di capitale riservato corrispondente al 7,3% circa del nuovo capitale sociale, al prezzo di 10 euro per azione per un controvalore di circa 57,5 milioni di euro.

Il gruppo avrà anche dei warrant per sottoscrivere (tra marzo e luglio 2022) ulteriori 2,4 milioni di azioni ordinarie a 12,5 euro per azione, in modo tale da raggiungere una quota complessiva del 9,99%, per un controvalore, dopo l'esercizio, di ulteriori 30 milioni circa.

Passera ha escluso che ION possa crescere ulteriormente nel capitale. "Il limite del 10% nel capitale non è statutario, ma ci siamo dati questa regola anche con gli altri azionisti", ha spiegato.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli