#iloveamalficoast, tutelare il mare in Costiera Amalfitana

Red

Roma, 17 set. (askanews) - Raccogliere in mare rifiuti galleggianti per poi differenziarli e depositarli nei siti preposti: pubblico e privato insieme per l'ambiente e il mare. E' il modello innovativo che viene dalla Costiera Amalfitana, per l'ambiente e il mare, #iloveamalficoast, un ampio progetto di sostenibilità iniziato e voluto dal Distretto Turistico della Costiera Amalfitana.

"Siamo con il Distretto Turistico della Costiera Amalfitana per mantenere costantemente pulito il mare. Ogni giorno la Sentinella spazzamare per rifiuti galleggianti "Marine Litter" sta costantemente pattugliando la costiera da Vietri a Positano e Viceversa. Un supporto importante lo sta fornendo anche Alicost, impresa specializzata nel collegamento via mare. Con il catamarano raccogliamo rifiuti galleggianti per poi differenziarli e depositarli nei siti preposti. Dalla Costiera Amalfitana parte un modello innovativo a tutela dell'ambiente e che vede insieme il Distretto Turistico della Costiera Amalfitana, l'Area Marina Protetta "Punta Campanella", l'Ente Parco dei Monti Lattari, la Multiservice, l'Alicost, tutti i Comuni della Costiera. Insieme pubblico e privato per tutelare l'ambiente", ha dichiarato Raffaele Di Leva Amministratore della Multiservice.

Dal Comandante della Multiservice, Mario Mastro, arriva un appello. "Il mare della Costiera è pulito, non stiamo trovando enormi quantitativi di rifiuti galleggianti. Tenendo conto del prolungarsi della stagione estiva grazie alle temperature ed a questo clima caldo, l'appello è rivolto ai bagnanti: non buttate plastica e rifiuti organici in mare".

Il progetto sostenibilità in Costiera Amalfitana proseguirà anche con la consegna di 3000 borracce in tritan nelle scuole e con tante altre azioni concrete, reali, innovative.

"Nelle prossime settimane distribuiremo su tutto il territorio della Costiera ben 3000 borracce ai ragazzi delle scuole ed installeremo negli edifici scolastici 20 erogatori dell'acqua del sindaco con una ricaduta positiva per l'ambiente: ben 600.000 bottigliette di plastica usa e getta in meno da smaltire, 90.000 metri di plastica in meno e addirittura 480.000 kg. di CO2 non prodotte in un solo anno. Oltre ai costi ambientali e sociali causati dal trasporto delle bottiglie - ha affermato Andrea Ferraioli, presidente del Distretto Turistico Costa d'Amalfi - e della raccolta differenziata. Dalla Costiera, patrimonio UNESCO, parte un esempio per l'Italia tutta. Le borracce, frutto di un'attenta selezione, saranno tutte in tritan, plastica non tossica lavabile, sterilizzabile e per questo ideale al riuso. Si è formata una grande alleanza che vede insieme, per la prima volta, imprese private, albergatori, un Distretto Turistico, un'Area Marina Protetta ed un Parco in difesa del mare, dell'ambiente, del territorio tutto. E' una sinergia certamente innovativa in Italia".

L'operazione #iloveamalficoast con il catamarano Marine Litter, è solo una parte dell'ampio progetto sostenibilità iniziato e voluto dal Distretto Turistico della Costiera Amalfitana, del quale seguiranno già nei prossimi giorni altre azioni molto significative ed innovative.