Ilva, Bonafede: 5 mila licenziamenti chiaramente inaccettabile

Xfi

Firenze, 7 nov. (askanews) - "Sulla questione Ilva davvero considero allucinante il dibattito di questi giorni in cui si è parlato di un governo che stava facendo fuggire una società rispetto a un settore importante per il Paese". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, rispondendo ai giornalisti a margine del Congresso Nazionale del Notariato.

"Abbiamo portato avanti i nostri impegni. Arcelor Mittal lavora a Taranto perché ha vinto una gara sulla base di un piano industriale che ora non riesce più a portare avanti. In tutto questo cosa c'entri il governo sinceramente non lo capisco. Noi abbiamo dato una risposta e questa risposta è stata di dire, ok hai un problema nel portare avanti il piano industriale? Noi siamo disposti a parlarne, ad aprirci. C'è stato un incontro, abbiamo affrontato tutti i temi da mettere sul tavolo. Ma se poi dall'altra parte la richiesta è di continuare a lavorare, mettendo in strada 5 mila persone e facendo accettare al governo un esubero di 5 mila persone il governo deve dire chiaramente è inaccettabile, perché quella gara è stata vinta proprio sulla base di un piano industriale che prevedeva l'occupazione dei lavoratori", ha concluso Bonafede.