Ilva, Codacons: domani nuovo esposto per insolvenza fraudolenta

Red/Nav

Roma, 15 nov. (askanews) - Il Codacons esprime soddisfazione per la decisione della Procura di Milano di aprire una indagine esplorativa per verificare l'eventuale sussistenza di ipotesi di reato sul caso ArcelorMittal-ex Ilva. E domani presenterà un nuovo esposto alla magistratura milanese, chiedendo di valutare possibili reati sul fronte economico.

Era stato proprio il Codacons nei giorni scorsi ad inviare un esposto in cui si chiedeva di aprire una indagine sulla decisione dell'azienda di abbandonare l'acciaieria venendo meno al contratto siglato lo scorso anno, valutando la sussistenza di fattispecie penalmente rilevanti.

"Presenteremo domani un nuovo esposto alla Procura della Repubblica di Milano chiedendo di procedere, alla luce degli ultimi fatti emersi, per le possibili fattispecie di Insolvenza fraudolenta, Turbata libertà dell'industria e del commercio e per Distruzione di materie prime o di prodotti agricoli o industriali, ovvero di mezzi di produzione", annuncia il Codacons.

"Grazie alla mossa della Procura di Milano, inoltre, si apre la strada in favore dei cittadini di Taranto e dei lavoratori ex Ilva per costituirsi parte offesa nell'inchiesta della magistratura; un passo che consentirà, nel caso vengano ravvisati reati o altri illeciti, di chiedere ad ArcelorMittal il risarcimento dei danni subiti in qualità di soggetti offesi".