Ilva, Di Maio: non permetteremo che salti piano ambientale

Pol/Bac

Roma, 14 nov. (askanews) - "Le scelte del passato ritornano, i nodi vengono al pettine prima o poi. L'Ilva ne è un altro esempio. Gli ex proprietari, i Riva, hanno finanziato le campagne elettorali di partiti da destra a sinistra, e ne hanno ottenuto in cambio decreti Salva Ilva come se piovesse, sempre rigorosamente fregandosene dell'ambiente e della salute dei cittadini di Taranto". Lo afferma in un post su Facebook il capo politico del M5s, Luigi Di Maio.

"Come Movimento - spiega - eravamo riusciti a garantire tutti i posti di lavoro e avevamo ottenuto un piano ambientale rigoroso, grazie al quale sono stati già coperti in gran parte i parchi di polveri di ferro che ammantano la città di rosso. Ovviamente questa non è la soluzione definitiva, ma era quell'inizio di percorso che non era mai stato nemmeno ipotizzato e che ora rischia di saltare. Noi non lo permetteremo".

"Ringrazio il ministro Patuanelli per l'impegno e la professionalità che sta impiegando per l'Ilva e la città di Taranto. Noi siamo questo, noi combattiamo il sistema per il Paese. Non il contrario", sottolinea in conclusione.