Ilva di Taranto: mortalità per tumori altissima

Il prossimo 18 settembre l'Istituto Superiore di Sanità presenterà al Ministero della Salute lo studio Sentieri. All'interno dell'indagine, viene messo in evidenza – come anticipa Repubblica - un dato piuttosto sgnificativo.

Secono l'ISS, infatti, il tasso di mortalità per tumore nella zona di Taranto è notevolmente superiore alla media nazionale: parliamo del 15% dei decessi in più.

Se poi si entra nello studio più specifico, considerando solamente i casi di tumore al polmone, allora la cifra aumenta ancora: + 30% rispetto alla media sul territorio italiano.

Non basta: sono superiori alla media anche le morti per malattie respiratorie (+10%) e dell'apparato digerente (+15% per gli uomini, +40% per le donne). E persino le mortalità legate a malformazioni congenite sono superiori del 15% alla media nazionale.

La cosa è sufficiente per stabilire una correlazione significativa con l'Ilva? Parrebbe proprio di sì, visto che nel rapporto – non si tratta, dunque, di una mera illazione giornalistica: si sa che i giornalisti spesso non hanno molta dimestichezza con i dati statistici e tendono a trarre conclusioni non necessariamente coerenti con la scienza statistica - si legge esplicitamente che «molteplici studi di monitoraggio ambientale e campagne di misura delle emissioni industriali effettuati nell'area di Taranto hanno evidenziato un quadro di inquinamento ambientale diffuso, ma anche il contributo rilevante del polo industriale cittadino, in particolare il complesso dell'acciaieria, ai livelli ambientali di inquinanti di interesse sanitario».

Acciaieria a Taranto significa Ilva. Ilva significa una delle storie più tragiche di questa calda estate italiana,

Anche perché la bonifica dell'impianto richiederebbe, secondo i dati diffusi, qualcosa come 336 milioni di euro e otto mesi di lavori solamente per portare l'impianto a un arresto della produzione. Ora, fra tutte le questioni che andranno affrontate dal tavolo di lavoro avviato dal Ministro Clini, c'è anche questa. Che non può essere sottovalutata. A Taranto si muore di cancro più che nel resto del paese, e l'acciaieria e il polo industriale tarantini sono indicati come possibili responsabili.

Ricerca

Le notizie del giorno