Ilva, Gelmini: Di Maio e soci giocano con futuro 15mila famiglie

Pol/Arc

Roma, 4 dic. (askanews) - "La gestione della vicenda dell'ex Ilva è la cartina di tornasole che dimostra che dove c'è il Movimento 5 Stelle non ci può essere l'impresa. Il governo aveva concesso lo scudo penale ad Arcelor Mittal, poi a trattativa conclusa i grillini hanno fatto marcia indietro, togliendo lo scudo e dando un gigantesco pretesto alla multinazionale. Di Maio e soci hanno giocato a dadi con il futuro di 15mila famiglie, impedendo all'Italia di poter proseguire nella produzione dell'acciaio". Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervistata da Paolo Liguori a "Fatti e Misfatti", su TgCom24.

"I 5 Stelle al governo - ha aggiunto - riescono ad essere molto incisivi nel fare danni, il loro spirito anti-impresa ha permeato il governo gialloverde prima e sta permeando in modo ancora più netto il governo giallorosso adesso. Chiudono le aziende, aumenta la pressione fiscale, e con il loro giustizialismo da quattro soldi fanno scappare dal nostro Paese gli investitori. La vicenda dell'ex Ilva è la punta dell'iceberg e rappresenta l'enorme danno reputazionale che stanno facendo all'Italia".