Ilva, Labriola (Fi): Taranto ostaggio incapacità governo

Pol-Afe

Roma, 6 feb. (askanews) - "Sembra tra l'acquirente franco-indiano e i commissari dell'ex Ilva sia stato raggiunto un accordo, vedremo come verrà valutato domani dal tribunale di Milano. Una cosa è certa il governo ancora non sa ancora cosa fare dello stabilimento tarantino e il presidente del consiglio Conte non ha ben chiaro se potrà o meno utilizzare le somme messe a disposizione dall'Europa per il Just Transition Fund". Lo afferma, in una nota, Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia.

"In questo quadro - aggiunge - l'unica certezza è che nello stabilimento continuano a verificarsi incidenti: ieri un operaio è stato portato urgentemente in ospedale. Il governo nel frattempo continua a destreggiarsi in maniera maldestra tra promesse e fantomatiche soluzioni pur di tirare a campare, senza risolvere questa crisi che sta danneggiando gravemente Taranto, i suoi abitanti e i lavoratori dell'ex Ilva. Dal canto nostro continueremo a chiedere massima trasparenza mentre attendiamo l'esecutivo alla prova dei fatti, augurandoci che l'accordo vincolante non sia al ribasso. Aspettiamo inoltre decreto Cantiere Taranto che temiamo sarà insufficiente per risollevare le sorti di un territorio ostaggio, da troppo tempo, dell'incapacità dell'esecutivo", conclude.