Ilva, Palombella (Uilm): da ArcelorMittal "ricatti inaccettabili " -2-

vgp

Roma, 6 nov. (askanews) - "Con l'accoglimento delle intollerabili richieste di ArcelorMittal ci sarebbe l'inevitabile chiusura del più grande e unico sito industriale a ciclo integrale europeo e ripercussioni in tutti gli altri stabilimenti italiani - dichiara il leader Uilm - che provocherebbero gravissime conseguenze per l'intera filiera degli utilizzatori di acciaio con disastrose ricadute occupazionali, economiche, produttive che coinvolgerebbero migliaia di lavoratori. Tutto questo renderà l'Italia maggiormente dipendente dalle importazioni di acciaio dall'estero, determinando la minore competitività di importanti settori come l'automotive, la cantieristica e gli elettrodomestici".

(Segue)