Ilva, Speranza: priorità salvarla,se serve partecipazione pubblica

Cos

Roma, 8 nov. (askanews) - "se l'Italia vuole continuare a essere una grande potenza industriale non può rinunciare alla sua acciaieria più importante". Così in un'intervista su 'La Stampa', il ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale non esclude alcuna opzione per salvare lo stabilimento di Taranto, compresa una partecipazione pubblica.

"La strada ora è l'interlocuzione con Mittal. Ma bisogna fare di tutto per salvare le acciaierie, nessuna ipotesi può essere esclusa. La soluzione peggiore sarebbe la chiusura: per evitarlo, anche una partecipazione pubblica è possibile nell'interesse del Paese", afferma.

Conte ha promesso la reintroduzione dello scudo penale, se alla fine rimanesse solo quel problema. I Cinque stelle la voterebbero? "Al tavolo, alla presenza di tutte le forze di maggioranza, il presidente ha spiegato con nettezza che se il problema fosse solo lo scudo, il governo è disponibile a risolvere la questione in poche ore. Anche se in punta di diritto la nostra opinione è che non fosse esplicitamente previsto. Ma è emersa chiaramente una verità più drammatica, con la richiesta di esuberi", risponde Speranza.