Imam e murshidat a scuola di cittadinanza e cultura italiana -3-

Ska

Roma, 22 gen. (askanews) - Il progetto "Formare per conoscere, conoscere per convivere. Religioni e cittadinanza" vede la collaborazione di UCOII (Unione delle Comunità Islamiche Italiane), del Comune di Firenze, della Regione Toscana, e gode di un contributo finanziario da parte della Fondazione CR Firenze.

Le lezioni saranno tenute da un corpo di docenti altamente qualificato: l'On. Stefano Ceccanti (Educazione alla cittadinanza); gli storici Anna Foa (Ebraismo tra passato e presente), Massimo Carlo Giannini (Cristianesimo tra passato e presente), Agostino Giovagnoli (Fare gli Italiani); il direttore del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede Andrea Tornielli (Religioni e mass-media); il sociologo Franco Garelli (Sociologia e religioni); la psicologa Francesca Bocca (Psicologia e religioni); l'ex-direttore della Galleria degli Uffizi Antonio Natali (Sguardi sull'arte italiana).

L'Istituto Sangalli per la storia e culture religiose si occupa fin dalla sua nascita, nel 2014, di dialogo interculturale e interreligioso a livello nazionale ed internazionale, nonché di sostenere, con borse di studio e assegni di ricerca, giovani studiosi di tutto il mondo che si occupano di ricerca in ambito umanistico su temi socio-religiosi e con approccio multi-disciplinare. Questa realtà fiorentina laica e a-politica, sorta grazie a fondi privati, in cinque anni ha realizzato attività su temi come il rapporto tra cibo e religioni; ha organizzato convegni e dibattiti sulla legislazione e la costruzione in Italia di luoghi di culto delle diverse religioni e confessioni; si è occupata della presenza degli spazi pubblici multi-religiosi in Europa; ha sostenuto registi-documentaristi del Festival dei Popoli con il premio "Lo sguardo dell'altro"; ha collaborato con le scuole toscane per la diffusione dei valori costituzionali e ha in corso un importante progetto, in collaborazione con Oxfam Italia, per combattere la dispersione scolastica e la povertà educativa in una ventina di scuole medie e superiori toscane.

Il corso destinato a imam e murshidat sarà inoltre seguito da una 'scuola' di tre giorni, dal 27 al 29 marzo 2020, con la partecipazione di illustri docenti universitari, teologi e guide spirituali ebraiche, cristiane e islamiche: indirizzata a insegnanti di scuole della Toscana, in quei tre giorni imam e murshidat saranno chiamati a confrontarsi con i medesimi insegnanti, così da creare un fruttuoso scambio culturale.