Imbrattati a Milano i murales per i sanitari dell'ospedale Sacco

Alp
·1 minuto per la lettura

Milano, 3 nov. (askanews) - "Nella notte qualche vigliacco ha deciso di eliminare totalmente i murales dedicati ai medici ed infermieri dell'ospedale Sacco, realizzati delle associazioni territoriali con la collaborazione del Municipio 8. Di sicuro prenderemo provvedimenti per quanto accaduto! Presenterò un esposto per danneggiamenti ad un'opera pubblica richiedendo la visione delle telecamere! E pensare che dovevamo uscirne migliori...". Con queste parole l'assessore del Municipio 8 di Milano, Fabio Galesi, ha denunciato l'imbrattamento con della vernice grigia dei grandi "graffiti" dei sanitari con i volti coperti dalle mascherine chirurgiche realizzati dall'artista Cosimo Cheone l'estate scorsa sui muri tra via Eritrea e via Palizzi, nel popolare quartiere Quarto Oggiaro. Hanno il viso coperto dalla mascherina e si vedono soltanto gli occhi dei personaggi raffigurati nel maximurale dedicato ai medici e al personale sanitario dell'ospedale Sacco di Milano, che durante la lotta al coronavirus hanno lavorato intensamente per far fronte all'emergenza.