Immobili: hotel, per Scenari Immobiliari investimenti triplicheranno in 3 anni (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il settore alberghiero italiano, secondo il quadro tracciato da Francesco Calia, Cbre Hotels, "sta registrando trend di mercato simili agli altri Paesi Europei con una progressiva e lenta ripartenza e buone prospettive per la stagione estiva entrante. I volumi di investimento risultano in calo del 50% circa nel primo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2019 pre-Covid, dato migliore rispetto alla media Europea del -60%. Questo evidenzia il forte interesse ad investire nel mercato alberghiero italiano con una disponibilità di capitali che è quasi raddoppiata nell’ultimo biennio. La limitata carenza di prodotto e la tradizionale frammentazione del mercato alberghiero in Italia fa sì che le transazioni alberghiere siano ancora molto rarefatte ma eseguite a valori prossimi a quelli guida".

Per Marco Zalamena, EY, "il mercato alberghiero italiano continua ad attrarre forte interesse da parte degli investitori. Nel primo semestre 2021 abbiamo registrato transazioni per oltre mezzo miliardo di euro per un totale di oltre 2.200 camere compravendute. Nonostante gli investimenti siano sempre concentrati sulle 4 piazze principali (Milano, Roma, Firenze e Venezia) che rappresentano il 70% dei volumi, assistiamo ad un crescente interesse per le destinazioni leisure che si sono dimostrate più resilienti durante il Covid con una forte domanda domestica”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli