##Impeachment, Trump contro Dem, Pelosi: "Non ci ha dato scelta"

A24/Pca

New York, 27 set. (askanews) - Il presidente statunitense, Donald Trump, ha accusato il presidente della commissione Intelligence della Camera, Adam Schiff, di aver mentito e ha chiesto le sue dimissioni. Trump ha incolpato Schiff di aver distorto il contenuto della telefonata con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, leggendo in Aula "una versione della mia conversazione che non esiste". La speaker della Camera statunitense, Nancy Pelosi, invece, ha detto che "Trump non ci ha dato scelta", riferendosi all'apertura di un'indagine per un possibile impeachment. Trump potrebbe aver abusato del proprio potere nella telefonata con Zelensky, durante la quale ha chiesto al leader di Kiev di indagare sull'ex vicepresidente Joe Biden e sul figlio Hunter.

"Il deputato Adam Schiff ha letto al Congresso, in modo fraudolento, con milioni di persone che guardavano, una versione della mia conversazione che non esiste. Avrebbe dovuto leggere - ha scritto Trump su Twitter - l'esatta trascrizione della chiamata, ma ha completamente cambiato le parole per renderla orribile, e farmi apparire colpevole. Era disperato ed è stato scoperto. Adam Schiff ha di conseguenza mentito al Congresso e cercato di truffare il pubblico americano. Lo fa da due anni. Chiedo che si dimetta immediatamente dal Congresso per questa frode!". (segue)