Impeachment Trump, Sondland conferma "do ut des" con Ucraina

A24/Pca

New York, 20 nov. (askanews) - Gordon Sondland, l'ambasciatore statunitense presso l'Unione europea, confermerà l'esistenza di una richiesta di 'do ut des' del presidente Donald Trump all'omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, durante il suo discorso preparato davanti alla commissione Intelligence della Camera, che indaga per il possibile impeachment del presidente. "So che i membri della commissione hanno strutturato queste questioni complicate nella forma di una semplice domanda: c'era un 'do ut des'? La risposta è sì" dirà Sondland, che tra pochi minuti parlerà davanti alla commissione. L'anticipazione del suo discorso è stata data dalla Cnn.

Rudy Giuliani, l'avvocato del presidente, "spingeva" per un 'do ut des', come "desiderato" da Trump, dirà Sondland. Solo la scorsa notte, il manager della campagna di Trump, Brad Parscale, aveva twittato: "Nessun do ut des".