##Impeachment Trump, telefonata con Zelensky "inopportuna" -2-

A24/Pca

New York, 19 nov. (askanews) - Vindman ha detto che è "inopportuno per un presidente statunitense chiedere a un governo straniero di indagare su un cittadino americano e avversario politico", ovvero l'ex vicepresidente Joe Biden. "Ho riportato le mie preoccupazioni per senso del dovere" ha aggiunto, dicendo che la telefonata non aveva "nulla a che fare con la sicurezza nazionale statunitense". La telefonata è stata definita "insolita" da Williams, perché "al contrario di altre telefonate presidenziali a cui ho assistito, ha riguardato discussioni che sembravano concernere questioni politiche nazionali".

Vindman ha testimoniato che l'ambasciatore statunitense presso l'Unione europea, Gordon Sondland, disse in un incontro avvenuto il 10 luglio che il presidente Trump avrebbe incontrato alla Casa Bianca l'omologo ucraino solo se Kiev avesse aperto "indagini specifiche", riferendosi a quelle sull'ex vicepresidente Joe Biden. L'incontro era stato organizzato nell'ufficio dell'allora consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, che "mise bruscamente fine all'incontro" dopo le parole di Sondland. Bolton si è dimesso dal suo incarico il 10 settembre. (segue)