Importanti progressi nella cura dell'ebola (studio) - 3

Plg

Roma, 13 ago. (askanews) - I farmaci, denominati REGN-EB3 e mAb114, agiscono attaccando il virus Ebola con anticorpi, neutralizzando il suo impatto sulle cellule umane. Sono i "primi farmaci che, in uno studio scientificamente valido, hanno mostrato chiaramente una significativa riduzione della mortalità" per i pazienti con Ebola, ha affermato il dottor Anthony Fauci, direttore del NIAID.

REGN-EB3 e mAb114 sono stati sviluppati utilizzando anticorpi raccolti da sopravvissuti all'ebola, che ha ucciso oltre 1.800 persone nella Repubblica Democratica del Congo nell'ultimo anno. Altri due trattamenti, chiamati ZMapp e Remdesivir, sono stati abbandonati dagli studi perché sono risultati meno efficaci.