Imprese: Guidesi, 'parte servizio progetti investimento, plauso da camcom estere' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "In una fase storica complicata, l'Italia – afferma Simone Crolla, consigliere delegato di Amcham Italy – è tornata al centro dell'attenzione internazionale. Come Amcham Italy siamo da sempre convinti che il collocamento internazionale dell'Italia e di Regione Lombardia debba essere rafforzato". "Apprezziamo – aggiunge – gli sforzi compiuti dall'assessore Guidesi nell'accogliere questa richiesta e favorire il dialogo con un unico interlocutore, che aiuterà le aziende dei nostri territori a costruire un percorso di crescita duraturo e sostenibile e, al contempo, favorirà quei grandi investitori che scommettono sull'eccellenza del nostro sistema industriale".

"Facilitare l'internazionalizzazione e l'interscambio, in questo momento storico, significa – afferma Jörg Buck, consigliere delegato della camera di commercio italo-germanica – creare connessioni e unire tessuti produttivi, permettendo alle imprese italiane di uscire più forti dalla crisi nel contesto europeo e internazionale". "Da tempo – continua – aziende tedesche e italiane collaborano nei settori nevralgici per entrambi i Paesi. Anche durante la pandemia abbiamo visto la forza di questi rapporti, e oggi serve consolidarli e ampliarli. Come Ahk Italien, da cento anni lavoriamo in questa direzione, e siamo felici di essere parte del dialogo avviato da Regione Lombardia".

"L'Italia – spiega Alessandra Modenese Kauffmann, segretario generale Swiss chamber – ha oggi la grande opportunità di sviluppare importanti progetti di crescita sostenibile e di riforme per un più che mai necessario avanzamento". "Swiss Chamber – prosegue – ringrazia la Regione Lombardia e l'assessore Guidesi per aver favorito il dialogo tra istituzioni e imprese. Siamo fiduciosi nella concretezza delle azioni che potranno svilupparsi per il miglior sostegno degli investimenti svizzeri in Italia (oltre 21 mio di CHF nel 2019), con oltre 1400 imprese, la maggior parte presenti sul territorio lombardo".