Imprese: As Mediobanca, Eni regina degli utili chiude 2021 con 5,8 mld euro

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 8 nov. (Adnkronos) – Sul fronte dei risultati netti, Eni è la regina degli utili, avendo chiuso il 2021 con 5,8 miliardi di euro, dopo la perdita di 8,6 mld di euro del 2020. Seguono Enel con 3,2mld (+22,2%) e Edizione che, con 1,6mld, recupera la perdita del 2020 pari a 320 milioni di euro. Emerge dalla 57esima edizione dello studio sulle Principali Società Italiane dell'Area Studi Mediobanca.

Lo studio analizza i bilanci relativi all’esercizio 2021 di 3.442 aziende, suddivise in base al settore in cui operano. Nel dettaglio: 2.613 società industriali e di servizi, 240 holding, 28 sim, 28 società di leasing, 38 di factoring e credito al consumo, 387 banche e 108 assicurazioni. La ricerca contiene inoltre un approfondimento sulle 26 imprese manifatturiere del IV Capitalismo più dinamiche e profittevoli.

Poste Italiane chiude a quota 1.578 milioni di euro (+30,7%). Al primo posto delle perdite si trova Telecom con 8,7 mld, ovvero il 57,2% del fatturato. Il risultato sconta gli effetti della svalutazione dell’avviamento domestico per 4,1 miliardi di euro e dello stralcio, pari a 3,8 mld, delle attività per imposte 3 anticipate. Seguono Saipem con 2,5mld (35,9% delle vendite) e Fca Italy con 1,5mld (7% del fatturato).