Imprese: Micillo (Intesa Sp), 'private equity e M&A opportunità per sistema italiano'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 14 apr. (Adnkronos) – L’interesse dei fondi di private equity e delle multinazionali estere "rappresenta un'opportunità" per il sistema produttivo italiano, "costituito da aziende di medie dimensioni e un po' sottocapitalizzato". Lo ha detto Mauro Micillo, responsabile dell'Imi Corporate & Investment Banking Division di Intesa Sanpaolo, intervenendo al Merger & Acquisition Summit organizzato dal Sole 24 Ore. I fondi di private equity e le acquisizioni, inoltre, apportano capitale e i grandi operatori internazionali "portano con sé una tendenza ad aggiungere managerialità ad aziende che magari hanno bisogno. E questo, ad esempio nell'ambito di una transizione anche familiare, rappresenta un'opportunità". Per Micillo "la possibilità di avere nell'azionariato un grande fondo internazionale può aiutare lo sviluppo internazionale dell'azienda stessa".

Il responsabile di Imi Corporate & Investment Banking Division di Intesa Sanpaolo, ha ricordato che "l'asse portante della nostra economia sono le mid cap. Noi ci siamo attrezzati per questo. Anche grazie all'operazione con Ubi oggi abbiamo un livello alto di conoscenza delle medie imprese. Siamo una banca assai rilevante per queste aziende".

Micillo ha ricordato che "già tre anni fa abbiamo organizzato un team, che sta ottenendo risultati straordinari, per seguire le aziende di medie dimensioni". Inoltre "abbiamo pensato di cogliere, visto che abbiamo presenze rilevanti, le opportunità all'estero. La nostra idea è una direzione mid cap, operativa dal 12 aprile, creata in ottica cross border per seguire queste aziende in Italia ma anche all'estero per trovare un incrocio tra le loro esigenze in un'ottica di operazioni straordinarie".