In 50 per festeggiare una comunione: arrivano i carabinieri e scatta fuggi fuggi di invitati

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
(Photo: Malkovstock via Getty Images)
(Photo: Malkovstock via Getty Images)

Si riuniscono per una comunione, poi arrivano i carabinieri e scatta il fuggi fuggi di invitati. Accade in provincia di Benevento, dove una cinquantina di persone era intenta a festeggiare la prima comunione di una bambina in un ristorante quando sul posto sono giunte le forze dell’ordine, allertate dalla telefonata di un cittadino.

I carabinieri hanno sanzionato il padre della festeggiata e il ristoratore per violazione delle normative vigenti per il contenimento del contagio da Covid-19. I fatti si sono consumati a Tocco Caudio, in provincia di Benevento. All’arrivo della prima pattuglia dei carabinieri c’è stato un fuggi fuggi generale di persone dalla sala di ricevimento, poi con l’arrivo dei rinforzi, i militari sono riusciti a contenere circa trenta invitati rimasti alla riunione conviviale.

Al padre della bimba festeggiata, organizzatore dell’evento, è stata contestata l’infrazione amministrativa di aver organizzato una cena con la partecipazione di persone estranee al proprio nucleo familiare, mentre il titolare del ristorante è stato sanzionato per aver consentito lo svolgimento di tale festa e gli è stata imposta la chiusura del locale per cinque giorni.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.