In arrivo perturbazione atlantica: temporali e freddo polare

·1 minuto per la lettura
Photo taken in Torino, Italy
Photo taken in Torino, Italy

Nei prossimi giorni la discesa di aria polare dal Nord Europa innescherà nel bacino del Mediterraneo una circolazione ciclonica che porterà maltempo via via più freddo. Il team del sito iLMeteo.it comunica che da giovedì gran parte dell'Italia verrà interessata da piogge diffuse. In giornata sono attesi nubifragi con rischio idrogeologico su Lazio, Sicilia, Calabria e poi Puglia. L'aria fredda in quota provocherà nevicate sull'arco alpino fin sopra i 600 metri sul Piemonte occidentale e a circa 1000-1300 metri sul resto delle Alpi.

VIDEO - Col freddo anche il coronavirus incalza, l'incremento dei vaccini in tutta Europa

Venerdì poi un vortice ciclonico attivo sulla vicina Spagna invierà altri intensi corpi perturbati che colpiranno con particolare forza le regioni tirreniche, soprattutto il Lazio e la Campania dove si abbatteranno nubifragi e ci saranno intense mareggiate lungo le coste. Il maltempo interesserà anche la Sardegna e l'arco alpino dove la neve scenderà di quota e fin sopra gli 800 metri. 

Nel weekend il primo affondo invernale; aria via via più fredda farà il suo ingresso sull'Italia, continuerà a piovere diffusamente sulle regioni tirreniche, insistentemente sulla Campania, ma si dovrà fare attenzione alla neve. I fiocchi cadranno copiosi sui rilievi alpini a quote prossime ai 6-800 metri e anche su Appennini e in Sardegna la neve cadrà diffusa sopra gli 800 metri. 

In questo generale contesto le temperature sono previste in generale diminuzione su tutte le regioni con valori che al Nord andranno sotto la media anche di 10 gradi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli