Inaugurato hub vaccinale Confindustria, Speranza: una fase nuova

·1 minuto per la lettura
featured 1362298
featured 1362298

Roma, 1 giu. (askanews) – Inaugurato nella sede nazionale di Confindustria, a Roma, il nuovo hub vaccinale. Una giornata significativa, alla presenza del ministro della Salute, Roberto Speranza e del commissario all’emergenza Coronavirus, generale Francesco Paolo Figliuolo, che segna l’impegno delle imprese nella lotta alla pandemia.

Come ha spiegato il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi.”L’hub vaccinale nella sede nazionale di Confindustria è per noi imprenditori il simbolo con il quale vogliamo testimoniare l’impegno di Confindustria, di tutte le imprese italiane a supporto del Paese, a fianco delle Istituzioni”.

“Dobbiamo continuare ad accelerare, non bisogna abbassare la guardia” perchè “il Paese non è ancora uscito dalla crisi pandemica”. E “i prossimi mesi, giugno e luglio, saranno determinanti”.

Per il ministro della Salute, Roberto Speranza, “oggi siamo in una fase diversa”. “Sono molto cauto, ma con i piedi per terra possiamo dare un messaggio di ragionata fiducia. Ancora il virus circola, dobbiamo stare attenti, prendere ancora precauzioni, accelerare la campagna di vaccinazione, ma tocchiamo con mano una fase diversa: i numeri, soprattutto in termini di vaccinazioni, ci consentono di poter davvero programmare i prossimi mesi con maggiore fiducia”.

Il generale Figliuolo, infine, individua in giugno il mese della svolta. “A giugno daremo la spallata, è un mese di svolta: oltre 20 milioni di vaccini sono in arrivo. In queste ore stiamo distribuendo circa 3.400.000 dosi di Pfizer, il carico più grande avuto dall’Italia in un’unica mandata: dal 3 giugno si aprirà un po’ a tutti la possibilità” di vaccinarsi.

Il ministro Speranza e il generale Figliuolo hanno successivamente visitato l’hub di Confindustria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli