Inaugurato a Marsiglia "Piana", il traghetto che non inquina l'atmosfera

Nel porto di Marsiglia è salpata una rivoluzione molto green. La compagnia francese La Méridionale ha inaugurato la "Piana" un traghetto a zero emissioni di particolato. Il sogno di un settore quello navale per abbattere l’inquinamento dell’acqua e quello atmosferico in un piano di lotta ai cambiamenti climatici.

Come si spiega Dominique Robin, Direttore dell’Osservatorio sulla qualità dell'aria Atmosud “loro sono dotati di un sistema decisamente sofisticato, che rileva sia le particelle fini che le particelle ultrafini, e i gas. Per una società come La Méridionale questo esemplare è qualcosa di eccezionale e tutti dovrebbero prenderlo come esempio.”

Questo nuovo traghetto è alimentato da un impianto elettrico. In mare speciali filtri con bicarbonato di sodio ne riducono le emissioni riducendole praticamente a zero.

Per Christophe Seguinot, Direttore Tecnico de La Méridionale il vantaggio di questo tipo di sistema, oltre alla riduzione degli ossidi di zolfo, è la riduzione delle particelle fini e ultra fini, fino al 99,9%.

Secondo l’azienda francese questa tecnologia è stata utilizzata nella terraferma per anni in industrie come le centrali termiche. Innovazione ma anche rispetto per l’ambiente. La sfida era rendere questa tecnica adatta anche al settore marittimo, visti il volume e il peso. Una nave di queste dimensioni deve tenere conto anche dei problemi di stabilità.

Anche se non ci saranno emissioni nocive c’è chi fa notare, come molti ambientalisti, che il traghetto produrrà comunque tonnellate di rifiuti. Un male minore per i ricercatori che ricordano che l’inquinamento atmosferico è la causa di 9 milioni di morti ogni anno.