Incendi Australia, altri due morti e cinque dispersi

webinfo@adnkronos.com

Si aggrava il bilancio delle vittime dei feroci incendi che stanno devastando l'Australia sud orientale. Altre due persone sono state trovate morte e altre cinque risultano disperse, portando così il bilancio parziale delle vittime a 12 morti, da quando è scoppiata l'emergenza due mesi fa. Le ultime due vittime, un padre e un figlio, secondo quanto riferito dalle autorità locali sono rimaste uccise mentre tentavano di difendere la loro casa nei pressi della cittadina storica di Cobargo, a 380 chilometri a sud di Sydney.  

Le fiamme che avanzano hanno di fatto intrappolato migliaia di persone lungo la costa sud orientale, che sono state consigliate dalle autorità a spostarsi lungo le spiagge, poiché molte strade e vie di fuga sono ormai impraticabili. Nella città costiera di Mallacoota, a 500 chilometri a est di Melbourne, circa 4mila turisti si sono rifugiati sulla spiaggia per sfuggire alle fiamme. In loro aiuto sono giunti i vigili del fuoco, per tentare di mantenere la situazione sotto controllo.  

Anche altre città costiere sono ormai circondate dalle fiamme, compresa la località turistica di Batemans Bay, a circa 280 chilometri a sud di Sydney, dove sono andate distrutte quattro abitazioni.  

Da quando, a partire da ottobre, gli incendi hanno cominciato a devastare l'Australia sud orientale, sono andati distrutti oltre 3,4 milioni di ettari di vegetazione e circa un migliaio di abitazioni. Le vittime finora accertate sono 12.