Incendi in California, diramato allarme rosso: 200mila sfollati

Incendi in California, diramato allarme rosso: 200mila sfollati

Roma, 30 ott. (askanews) – E’ emergenza in California: sono oltre 200mila le persone che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni in fuga dalle fiamme che da giorni interessano zone boschive nelle contee di Los Angeles, Ventura e San Bernardino.

I vigili del fuoco sono al lavoro incessantemente ma i forti venti – anche a 128 km orari – alimentano le fiamme, tanto che è stato lanciato per la prima volta un allarme rosso. Sono impressionanti le immagini girate da molti residenti in fuga e postate sui social.

A dichiarare lo stato d’emergenza è stato il governatore della California, Gavin Newsom: “Possiamo ora annunciare che abbiamo fatto progressi: il 15% di questo incendio è domato – ha detto – ma questo non significa che l’85% è fuori controllo. Però su quel 15% siamo sicuri al cento per cento che le fiamme non si diffonderanno più su quella zona. Detto ciò – ha aggiunto – il grande problema è il vento, quello di questi giorni è il vento più forte dell’anno a Los Angeles”.

La situazione critica del Sud dello Stato ha ripercussioni anche al Nord della California. Sarebbero un milione e mezzo le persone coinvolte dai roghi, migliaia quelle ancora senza energia elettrica.