Incendi in California: due milioni al buio e 180mila evacuati

Incendi in California: due milioni al buio e 180mila evacuati

Los Angeles, 28 ott. (askanews) – Oltre due milioni di persone al buio e 180.000 costrette a lasciare le proprie case a causa degli incendi scoppiati ieri nel Nord della California, alimentati da forti venti. Una situazione che ha spinto il governatore Gavin Newsom a dichiarare lo stato di emergenza mentre era in visita nella contea di Sonoma, dove ha visitato tre rifugi per le persone fatte evacuate.

“Il problema è che rimane l’incognita dei venti – ha detto Newsom al Los Angeles Times – ma la buona notizia è che crediamo di aver superato il momento peggiore”.

L’azienda Pacific Gas&Electric Co. ha annunciato il taglio alle forniture di elettricità per scongiurare che le linee elettriche possano innescare altri incendi a causa delle condizioni meteo.

La società ha fatto sapere che la situazione potrebbe rimanere inalterata fino a mercoledì, per consentire le dovute verifiche di sicurezza.

C’è anche LeBron James, uno dei più grandi giocatori nella storia dell’Nba e stella dei Los Angeles Lakers, tra le migliaia di persone evacuate per gli incendi. A segnalarlo, su Twitter, è stato lo stesso fuoriclasse del basket americano, che ha raccontato di essere stato costretto ad abbandonare la sua casa in California minacciata dalle fiamme.