Incendi in California: stato d’emergenza e 180mila evacuazioni

incendi in California

Il nord della California si è trasformato in un vero e proprio inferno terreno. I forti venti non fanno che alimentari gli incendi che nei giorni scorsi hanno colpito la zona di San Francisco e Santa Rosa. Le autorità locali avevano già emanato diversi ordini di evacuazione nei giorni scorsi per 90mila abitanti. Evacuazioni che ora si sono estese ad almeno 180mila abitanti, costretti ad abbandonare le proprie abitazioni.

Incendi in California, distrutti 12mila ettari

Il Kincade Fire, questo il nome dato al terribile incendio che ha colpito la California, è cresciuto ulteriormente negli ultimi giorni a causa di raffiche di vento senza precedenti. Secondo lo sceriffo si tratterebbe della più grande evacuazione mai realizzata nella contea di Sonoma. Tale da rendere necessaria la dichiarazione dello stato d’emergenza nella giornata di domenica 27 ottobre. Gli incendi hanno già distrutto più di 12mila ettari di terreno e le zone ad alto rischio sono ancora tante.

Inoltre la società che rifornisce la California di energia elettrica ha annunciato di voler staccare il gas e l’elettricità a quasi un milione di utenti. La misura è volta a prevenire ulteriori esplosioni qualora le abitazioni venissero raggiunte dagli incendi ma rischia di far rimanere senza elettricità quasi due milioni di persone.

Il focolaio di questi terribili incendi in California si è sviluppato giovedì 24 ottobre intorno alla città di Geyserville. Il rogo in poco tempo è cresciuto fino a diventare ingestibile a causa dei forti venti e delle alte temperature di quei giorni.