Incendi Lombardia, Regione: nuclei polizia ambientale attivati

Mda

Milano, 29 ago. (askanews) - "La polemica sollevata dal Pd sull'istituzione dei 'Nuclei di Polizia ambientale' e' priva di ogni fondamento". Lo hanno affermato gli assessori regionali Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima) e Riccardo De Corato (Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale).

"Regione Lombardia - ha precisato Cattaneo - si è prontamente attivata per promuovere con le Prefetture la creazione di Nuclei al fine di prevenire lo stoccaggio, il traffico illecito e gli incendi di rifiuti. Le iniziative avviate stanno dando risultati significativi in termini di prevenzione. E la provincia di Lodi è tra quelle in cui i Nuclei sono attivi".

"Bisogna inoltre ricordare - ha aggiunto De Corato - che lo scorso 11 aprile abbiamo illustrato agli amministratori dei Comuni capoluogo le norme per la sottoscrizione di un accordo di collaborazione con Regione Lombardia finalizzato proprio all'attivazione sperimentale dei Nuclei. Accordo che è stato già sottoscritto con i Comuni di Como, Cremona, Lodi, Mantova, Pavia e Varese".

I Nuclei Ambiente sono presieduti dai Prefetti e composti da forze di Polizia, Arpa, Vigili del fuoco, Ats e Polizie Locali. Si sono già svolti gli incontri presso le prefetture, come anche decine di controlli agli impianti delle province. Inoltre, sono stati organizzati corsi di formazione gestiti da Arpa per le polizie locali, censimenti di immobili attraverso il coinvolgimento dei sindaci, controlli integrati con le forze dell'ordine.

"In Lombardia - ha spiegato Cattaneo - è presente un modello di gestione dei rifiuti che opera all'interno della legalità e che ha un forte impatto sul funzionamento del nostro sistema economico. Ciò che va contrastato con ogni mezzo è la gestione illecita dei rifiuti. Regione Lombardia si è attivata per promuovere forme di prevenzione, ma ricordo che non ha alcuna competenza nella repressione dei reati".

"Inoltre - ha concluso De Corato - ragionando in termini più ampi, sottolineo che stiamo continuando ad incentivare l'attività mirata alla sicurezza dei cittadini. Esempio concreto è lo stanziamento di circa 636.000 euro per il triennio 2019 - 2021, destinato al personale, all'acquisto di materiali tecnici e di strumentazione da impiegare non solo negli interventi di sicurezza urbana, ma anche per quella ambientale".