Incendi Nuoro, Coldiretti: disastro ambientale oltre che economico

Red/Cro/Bla

Roma, 29 lug. (askanews) - L'incendio divampato nel nuorese ha già provocato la morte di decine di animali ma a fuoco sono andati anche strutture, fienili, trattori, attrezzatture agricole e coltivazioni come la pregiata Pompia, l'agrume raro tipico del siniscolese. E' quanto emerge da monitoraggio della Coldiretti che parla di disastro ambientale oltre che economico che ha colpito pesantemente diverse aziende agricole.

Gli allevatori - sottolinea la Coldiretti - hanno messo a repentaglio la propria incolumità per salvare il bestiame ma nulla si è potuto contro la violenza di questo rogo che ha devastato diversi ettari di terra, colture, provviste e tutto ciò che ha trovato davanti. L'impatto sulle aziende agricole colpite è devastante con perdite pesantissime - precisa la Coldiretti - nonostante il pronto intervento delle squadre antincendio.

La Coldiretti è impegnata a fare la ricognizione della situazione per supportare la giusta richiesta di ristoro per i tanti danni che non possono come sempre ricadere sulle spalle degli imprenditori agricoli". L'incendio - conclude la Coldiretti - ha provocato paura e tensione nelle campagne poiché è avvenuto nell'anniversario della tragedia di Curraggia a Tempio del lontano 28 luglio 1983, quando il fuoco provocò 9 morti e 15 feriti".