Incendi per estorsione ad un'immobiliare nel Milanese: 3 arresti

Red-Alp

Milano, 5 feb. (askanews) - I carabinieri hanno arrestato tre persone accusate di tentata estorsione ed incendio in concorso nei confronti del gruppo "Luce Immobiliare" di San Giuliano Milanese (Milano). Lo ha riferito l'Arma, spiegando che le indagini, avviate nel marzo 2019 dopo tre atti incendiari, "hanno comprovato l'esistenza di un'organizzazione criminale attiva nella zona di San Giuliano Milanese e nel sud di Milano, composta da sodali vicini ad ambienti di criminalità organizzata di tipo mafioso dediti al racket ed autori degli attentati incendiari con finalità estorsive".

Nei confronti dei tre, i militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Lodi. L'operazione di questa mattina è stata effettuata a San Giuliano Milanese e San Donato Milanese (Milano), Busto Arsizio (Varese) e a Occhiobello (Rovigo), dai carabinieri della Compagnia di San Donato Milanese, coadiuvati dai loro colleghi bustocchi e da quelli di Castelmassa (Rovigo).