Incendio a Massarosa in Versilia, fiamme non danno tregua

(Adnkronos) - Proseguono le operazioni di spegnimento dell’incendio sulle colline di Massarosa (Lucca) in Versilia. Al momento il rogo non è ancora da ritenere sotto controllo e il fronte risulta spezzato in diversi focolai sparsi. Lo rende noto la protezione civile regionale.

L'incendio è stato diviso in settori stabilendo priorità di intervento legate alla prossimità di abitazioni alle quali si avvicinano le fiamme o alla presenza di combustibile gpl che potrebbe generare un nuovo fronte. Il molto fumo non facilita gli sganci dei 4 elicotteri e dei 3 Canadair presenti al momento ai quali alle 9.30 se ne aggiungeranno altri 4.

Durissimo il lavoro a terra nel quale sono impegnate decine di vigili del fuoco e le 25 squadre di volontariato antincendio e di operai forestali che, oltre allo spegnimento, si devono occupare di realizzare staccate con attrezzi manuali e motoseghe mettendo in sicurezza le parti. La stima ancora provvisoria della superficie bruciata è di 560 ettari prevalentemente di bosco e in parte di olivete. Evacuate decine di famiglie: si stimano in circa 500 le persone che hanno dovuto lasciare le loro case.

Il sistema regionale sta intervenendo anche su un altro incendio sulle colline di Vecchiano, a Pisa, dove le fiamme da ieri pomeriggio hanno bruciato circa 10 ettari di bosco. Qui operano due elicotteri del sistema regionale che sotto il coordinamento di un direttore operazioni e con il contributo a terra di 8 squadre di volontariato antincendio, stanno riducendo il fronte di fiamma. Le condizioni meteo di oggi sono ancora purtroppo molto favorevoli alla propagazione degli incendi boschivi. Si raccomanda la massima attenzione, qualsiasi sia l'operazione che dobbiamo svolgere in campagna, e di evitare l'uso di fiamme libere o attrezzi che potrebbero generare scintille.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli