Incendio a Milano: la procura dispone il sequestro della torre

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 set. (askanews) - La procura di Milano ha disposto il sequestro della "Torre dei Moro", il grattacielo residenziale di via Giacomo Antonini, alla periferia Sud della città, devastato da un incendio scoppiato nel pomeriggio di domenica 29 agosto. Il provvedimento, secondo quanto si è appreso in ambienti giudiziari milanesi, è stato preso in via precauzionale e si è reso necessario per verificare la pericolosità della struttura rimasta gravemente danneggiata dal maxi rogo che si è sviluppato in un appartamento al 15esimo piano e che si è immediatamente propagato all'intero edificio, trasformandolo nel giro di un quarto d'ora in una torcia.

Secondo gli specialisti del Nucleo Anticendio dei vigili del fuoco, infatti, non si può escludere il rischio crolli per i danni strutturali provocati dalle fiamme. Oltre alla torre di lusso, sotto sequestro finiranno anche i negozi ed esercizi commerciali che si trovano nell'area circostante.

L'inchiesta avviata per disastro colposo dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Marina Petruzzella punta a stabilire la causa del rogo che, è uno dei punti fermi dell'inchiesta, è scoppiato per cause accidentali e non è di origine dolosa. Sono inoltre in corso accertamenti investigativi sulla composizione dei pannelli del cappotto esterno, realizzati con materiale "altamente infiammabile" che, una volta colpiti dalle fiamme, si sono fusi, colando nei piani inferiori e favorendo il propagarsi delle fiamme.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli